Cucina,  Curiosità, costumi e cultura contadina,  orto

Come coltivare l’aglio in casa

Come coltivare l’aglio in casa
Foto di Nick Collins da Pexels

Una delle attività più interessanti per chi ama la cucina con prodotti naturali e a chilometro zero è capire come coltivare l’aglio in casa. Così come si fa per le erbe aromatiche quali rosmarino, maggiorana, prezzemolo, basilico, origano, si può anche coltivare l’aglio in casa propria.

Aglio : Origini e proprietà

Le origini dell’aglio sono molto incerte, si sa che veniva utilizzato sia in cucina che per preparare unguenti medicamentosi per le sue proprietà. Ne sono state rinvenute tracce dalla Siberia al Nord Africa ma anche in Asia ed in India dove cresce in modo spontaneo.

Fin dai tempi degli egizi veniva utilizzato come rimedio per le punture di insetti ma anche come preparato energetico; tracce d’aglio sono state trovate persino nel sepolcro del faraone Tutankhamon. I Romani ne esaltavano le virtù per presunte proprietà sulla virilità maschile ed il combattimento, fino a consacrare la pianta al dio della guerra, Marte.

Nel Medioevo si incominciò a credere nelle sue proprietà magiche; come tenere lontani gli spiriti maligni, le streghe ed i sortilegi. Veniva inoltre considerato rimedio contro la diffusione della peste bubbonica. Nel Rinascimento i nobili smisero di usarlo in cucina a causa dello sgradevole odore che produceva nell’alito, ma ne conservarono l’uso medico e magico.

Le classi meno abbienti continuarono invece a coltivare aglio nel proprio orto utilizzandolo per insaporire le pietanze. Forse grazie a questo ancora oggi nei grandi piatti della tradizione italiana, l’aglio non può mancare.

Ad oggi la scienza ci viene incontro e ci può far tranquillamente affermare che le proprietà dell’aglio sono davvero importanti. Regola la pressione sanguigna, è antibiotico naturale contro malanni gastrointestinali, ha funzione antitumorale ed abbassa sia i trigliceridi che il colesterolo “cattivo” nel sangue. Ora che conosciamo un po’ di storia e di proprietà possiamo iniziare a coltivare l’aglio in casa.

Iniziamo la Coltivazione

Per iniziare può bastare comprare dell’aglio rigorosamente BIO, dal contadino o dal fruttivendolo. Ciò che andremo a piantare sono i “bulbilli” che compongono la classica testa d’aglio. Sarà sufficiente interrarli in un vaso a circa 5 cm di profondità. Ricordatevi di distanziarli l’uno dall’altro di almeno 10 cm. L’ideale sarebbe utilizzare vasi lunghi e rettangolari in modo da disporne due o tre file. L’aglio mal sopporta i ristagni d’acqua per cui preferibilmente bagnatelo con cautela non più di due volte a settimana e assicuratevi che il vaso dreni l’acqua in eccesso.

I bulbilli daranno luce alle piantine, piccoli steli verdi con dei bellissimi fiorellini colorati.

Se volete coltivare l’aglio in casa ricordate che il periodo giusto per piantare i bulbilli è da Novembre-Dicembre fino a fine Febbraio, nelle zone più fredde anche a Marzo. Gli steli delle piantine in piena estate diventeranno secchi e gialli. Questo è il momento di raccogliere il nostro aglio. Anche qualora aveste un orto vi consiglio comunque di coltivare l’aglio in casa e poi trapiantarlo in campo aperto, dal momento che il trapianto se eseguito bene fortifica le piantine. Sarà sufficiente con una palettina estrarre la piantina facendo attenzione a scavare bene sotto le radici e quindi in profondità.

Potrete trapiantarlo tranquillamente nel vostro orto utilizzando la tecnica delle consociazioni. In agricoltura sinergica si usa consociare nello stesso fazzoletto di terreno piante “complementari” ossia adatte a crescere insieme e utili l’una all’altra.

L’aglio ad esempio è un ottimo antiparassitario ed è consigliabile disporlo intorno ad un aiuola con ortaggi come zucchine, barbabietole, pomodori, lattughe, fragole, non è consociabile invece con le piante della famiglia dei cavoli e nemmeno con i fagioli.

Non dimenticate che l’aglio contribuisce alla crescita delle rose e piantato vicino alle aromatiche aumenta la sua capacità di proteggere da funghi e parassiti.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience. Cookie policy